Farsi belle in gravidanza

depilarsi-gravidanza2E’ davvero necessario Farsi belle in gravidanza ?

Che le future mamme durante la dolce attesa siano più belle non è solo una leggenda, ma verità! Durante il periodo della gravidanza la donna diventa più bella è un dato di fatto: pelle luminosa, capelli folti e unghie sane e resistenti.

Anche sul fronte “depilazione” le notizie sono positive: l’aumento della produzione degli estrogeni rallenta la crescita dei peli quindi il problema “Rimozione Peli” sarà ridotto al minimo.

PERCHE’? COSA SUCCEDE IN GRAVIDANZA?

La crescita dei peli e influenzata dagli ormoni: per quelli sulle gambe, le braccia, le ascelle e il pube è determinante l’azione del testosterone, un ormone maschile presente anche nell’organismo femminile in piccole quantità. Durante la gravidanza, però, i peli crescono più lentamente: è l’effetto degli ormoni femminili, come gli estrogeni, che in questo periodo vengono prodotti in grande quantità per consentire un adeguato sviluppo del feto. Questi ormoni, infatti, limitano l’azione di quelli maschili, responsabili della crescita dei peli. Qualsiasi metodo di depilazione scelto dalla futura mamma ottiene, quindi, effetti prolungati, in quanto i peli ricrescono molto più lentamente del periodo precedente la gravidanza

depilarsi-gravidanzaLA CERETTA A CALDO

Questa si basa sull’utilizzo di una sostanza composta da resine (materiale prodotto dalle piante) e cere naturali mischiate a creme addolcenti che proteggono la pelle. La ceretta deve essere sciolta a bagnomaria o direttamente su un fornello con il fuoco al minimo e poi applicata ancora calda (intorno ai 40° C) sulla parte da depilare. La ceretta, solidificandosi, incorpora i peli e con uno strappo deciso viene staccata dalla pelle. Il vantaggio di questo metodo è che asporta ” pelo alla radice, risolvendo a lungo il problema della depilazione.

La ceretta a caldo non andrebbe usata in gravidanza. Lo strappo che si esegue con la ceretta a caldo comporta un micro-trauma ( proprio per lo strappo): può provocare la rottura dei capillari (piccoli vasi sanguigni) delle gambe, ora indeboliti dall’aumento di liquidi circolanti nell’organismo. Inoltre la temperatura elevata della ceretta sfianca ancora di più le vene già dilatate dall’azione degli ormoni e può favorire la comparsa delle varici (vene dilatate).

LA CERETTA A FREDDO

E composta dalle stesse sostanze (resine e cere) della ceretta a caldo, ma necessita di temperature minori per riuscire a inglobare i peli e asportarli completamente. Ne esistono di due tipi: quelle da sciogliere a bagnomaria e poi far raffreddare prima della applicazione e quelle già pronte per l’uso. Bisogna fare attenzione a estirpare tutto il pelo: se lo si spezza, infatti, si favorisce una ricrescita rapida, vanificando i vantaggi della ceretta. Per limitare questo rischio, tutti i tipi di ceretta vanno stesi nella direzione di crescita del pelo e strappati in senso contrario con un movimento deciso.

IMPORTANTE

Occorre valutare le condizioni delle proprie gambe: se si è già sofferto di varici prima della gestazione o la gravidanza ha favorito l’insorgere di queste o ha portato gonfiori e capillari evidenti, è preferibile utilizzare altri tipi di depilazione.


I commenti sono chiusi.