La contraccezione d’emergenza

La contraccezione d’emergenza o pillola del giorno dopo, come dice la stessa espressione è un tipo di contraccezione che si usa in situazioni di emergenza. Alcune di voi mi hanno scritto quasi vergognandosi dell’accaduto, forse aspettandosi una frase di giudizio o un commento accusatorio. Ragazze, donne, mamme chi mi conosce sa che non giudico, ciascuna di voi ha la propria storia e alcune situazioni si possono verificare quando meno ce le si aspetta. Vediamo di correre ai ripari e non usare metodologie da leggende metropolitane: a lavanda con il limone o con la coca-cola non sono metodi sicuri!!!!

immagine del pollo limmagine limone

Cosa diversa è quando una donna/ragazza/mamma decide di usare la contraccezione d’emergenza come metodo contraccettivo nella propria vita di coppia. Proprio perchè di emergenza non è uno strumento che possiamo usare sempre.

Abbiamo in Italia attualmente due tipi di pillola del giorno dopo: una che agisce fino a 72 ore (tre giorni) dopo il rapporto sessuale ritenuto a rischio ed una che agisce fino a 120 ore (pillola dei 5 giorni) dopo il rapporto a rischio. Precisiamo subito: entrambe NON sono pillole abortive, non sono da confondersi con la pillola RU-486 che invece è una pillola abortiva e viene somministrata in ambiente ospedaliero. La pillola del giorno dopo NON protegge dalle malattie a trasmissione sessuale.

Come e perchè funzionano: entrambe le pillole agiscono spostando l’ovulazione in avanti di qualche giorno in modo tale che non ci possa essere fecondazione dell’ovulo. E’ chiaro quindi che se la pillola del giorno dopo viene assunta quando l’ovulazione è già avvenuta, non può funzionare perchè questa pillola non impedisce l’impianto dell’ovulo fecondato. La contraccezione di emergenza non può interrompere una gravidanza già in atto.

Quando si usano: in caso di rottura di preservativo durante il rapporto,in caso di coito interrotto non andato a buon fine, in caso di errata o mancata assunzione assunzione di pillola estro-progestinica, in caso di espulsione di anello anticoncezionale  o distacco prolungato del cerotto transdermico anticoncezionale ed ovviamente dopo un episodio di violenza sessuale.

Una domanda mi viene spesso formulata: “allora dopo che prendo la pillola del giorno dopo sono tranquilla finche non mi arrivano le mestruazioni?” Assolutamente no! La contraccezione di emergenza è valida solo per quel rapporto sessuale definito a rischio, per quelli successivi sarà d’obbligo pensare ad un metodo contraccettivo.

Certamente è d’uso comune ormai chiamarle “pillola del giorno dopo” o ” pillola dei 5 giorni” ma sia sempre ben chiaro che queste vanno o dovrebbero essere assunte il prima possibile dopo l’avvenuto rapporto “a rischio”. Rivolgetevi ad uno specialista, spiegate l’accaduto e vi verrà consegnata la ricetta per il farmaco. Dall’ 8 Maggio 2015 per le donne maggiorenni non è più necessaria la prescrizione medica (ricetta) per la “pillola dei 5 giorni”, quindi, documento alla mano si può andare in farmacia e chiederla.
pillola giorno dopo

Dopo la contraccezione d’emergenza quando arriveranno le mestruazioni? Mi sento di dire che non è un calcolo semplice da fare! E non è neppure una predizione. Le mestruazioni potrebbero arrivare nella data esatta nella quale le si aspetta o con qualche giorno di ritardo, certamente se tardassero ad arrivare è saggio eseguire un test di gravidanza.

I commenti sono chiusi.