Ricostruzione delle unghie

unghieSi dice che la gravidanza renda la donna più bella, ma questo non impedisce di fare la Ricostruzione delle unghie.

Non è una semplice diceria, ma è un’evidenza: la donna incinta, infatti, presenta una pelle più luminosa, capelli più folti e lucidi, unghie più forti… E’ l’effetto degli ormoni e dello stato “interessante” in cui si trova la futura mamma.

Nonostante ciò, molte donne vorrebbero continuare a mantenere le abitudini circa il proprio make-up e la bellezza in genere che avevano prima della gravidanza.

Per avere mani in ordine durante la gravidanza e soprattutto per la moda degli ultimi anni, si ricorre spesso alla ricostruzione delle unghie in gel.

Da un punto di vista prettamente medico, ci si avvale della teoria che le unghie assorbono le sostanze e queste poi, attraverso la placenta, raggiungano il feto mentre il dermatologo sottolinea le allergie agli acrilati.

Le estetiste affermano che la ricostruzione non sia assolutamente dannosa: sia in gel che in acrilico.

L’unico disagio potrebbe essere la nausea per l’odore forte del liquido usato.

Inoltre i vari materiali utilizzati possono produrre odori che per le donne in gravidanza potrebbero risultare nauseanti (soprattutto se si opta per la ricostruzione unghie in acrilico), quindi sarebbe sempre meglio farsi dare una mascherina durante la seduta, anche se per evitare questo disagio le case produttrici hanno creato dei prodotti appositi che sono privi di odore pensati proprio per chi fa la ricostruzione unghie in gravidanza.

Controllate o chiedete direttamente alla vostra onicotecnica (colei che effettua la ricostruzione unghie) se i prodotti che sta utilizzando non contengano Hetyl Metacrylateche che è in parte nocivo, e ora molte industrie di prodotti per la ricostruzione unghie stanno eliminando.


4 thoughts on “Ricostruzione delle unghie

  1. Dolly nails il said:

    Non esistono controindicazioni nell’effettuare una ricostruzione unghie a donne in gravidanza.
    Puoi effettuare entrambe le tecniche, sia la ricostruzione unghie con gel che acrilico, perchè i prodotti che vengono utilizzati induriscono in non più di 2 minuti e questo ne impedisce la penetrazione oltre gli strati più superficiali della lamina.
    L’unico problema può essere causato dagli odori della ricostruzione, soprattutto quelli in acrilico, perchè hanno un odore forte e può causare sensi di nausea alla cliente.
    Per questo motivo alcune case produttrici di prodotti per la ricostruzione unghie hanno creato dei prodotti appositi privi di odori.
    L’odore e l’esposizione ai solventi dei prodotti non provoca nessun problema ne alla donna in gravidanza, ne al feto, anche perchè l’esposizione è ridotta a 1 – 2 ore di trattamento.

  2. Ritengo personalmente che ogni forma di coccola, dal parrucchiere all’estetista, che ci concediamo in gravidanza, se fatta con alcuni accorgimenti, non può che giovarci, e il benessere nostro è anche quello del nostro bambino. In gravidanza spesso ci sentiamo sgraziate o troppo tonde quindi abbiamo tutto il diritto di vederci belle.

  3. colours fashion il said:

    Per quanto riguarda l’eccessiva penetrazione dei liquidi utilizzati attraverso la pelle attorno all’unghia o attraverso la lamina di una cliente in stato di gravidanza, a causa di una scorretta procedura di lavoro, l’unico problema che si può riscontrare è una reazione cutanea localizzata, o anche l’insorgere di un’allergia se la sovraesposizione è prolungata nel tempo. Quel che è certo è che, anche in caso di reazione cutanea o allergica, nessun danno si ripercuoterebbe sul feto. E comunque nel caso si verificassero allergie di una certa importanza lo si verifica immediatamente e non dopo ore!Quindi la cliente potrà rimuoverle immediatamente.

  4. luciatatulli il said:

    Vorrei solo ricordare che al momento del parto o del taglio cesareo, in ospedale viene richieste che l’unghia sia libera da colori. I sanitari (per motivi di sicurezza) hanno necessità di visualizzare il colore ungueale.