Riflessioni

Riflessioni di un’ostetrica al calare della sera, e mi trovo qui a scrivere dedicando a voi i miei pensieri, le mie riflessioni. Sono ormai un’ostetrica da oltre 30 anni e sento di esserlo profondamente.braccio neonato E’ una professione? Lo è anche, ma soprattutto è uno stile di vita, una passione. Le mie giornate spesso sono colorate dai colori e dalla consistenza della cacca dei neonati: gialla, marroncina, verde.Cacca-normale-di-un-neonato-nutrito-col-latte-artificiale Agata oggi ne ha fatta una quantità esagerata, mi devo preoccupare? (mi scrive una mamma) oppure mi arriva un’ immagine di un pannolino o un capezzolo disastrato ! E’ una delle mie giornate tipo: la mia famiglia sorride quando a qualsiasi ora del giorno o della sera ( anche di notte talvolta) mi sente argomentare intorno a neonati e neo-mamme. Ormai famigliari e affini ci hanno fatto l’abitudine. Ovviamente le mie giornate sul lavoro sono anche costellate di mammelle, produzione di latte e posizioni per allattare, poi alla sera mi ritrovo a pensare: sarò stata chiara? Le ho aiutate abbastanza? Cosa potrei fare di più? Preparo l’incontro per il giorno seguente e già so che il gruppo sarà pieno di risposte e domande allo stesso tempo; conduco gli incontri dei corsi ma sono sempre più consapevole che io non ho proprio nulla da insegnare sul travaglio sul parto sul dolore o sull’allattamento. Io sono solo colei che aiuta a cercare e poi trovare dentro voi stesse ciò che già avete, sono solo la facilitatrice nel recupero del “tesoro” ed il tesoro è dentro di voi. Ciascuna mamma a modo suo è già brava! Ogni neo- mamma avrà i suoi tempi e alla fine sarà perfetta per il suo bambino.

E se la gente intorno o addirittura per strada tacesse una buona volta? Tutti dispensatori di consigli, anche sull’autobus o in coda alle poste possiamo trovare infermiere pediatriche sotto mentite spoglie: ” Piange, allora avrà fame…” “Ma signora, forse non lo ha coperto abbastanza….” Vorrei ricordare a tutti/e che i piccoletti che voi incontrate, i neonati nella fascia o nella carrozzina hanno tutti una mamma ed un papà: chi meglio di loro conosce le esigenze del proprio piccino?mamma orango con piccolo

Grazie di avermi letta, grazie di avermi dedicato qualche istante, grazie di essere le “mie mamme”.

Precedente La contraccezione d'emergenza Successivo Pre-riconoscimento

One thought on “Riflessioni

  1. Simona il said:

    Ciao Lucia, nel leggere questo tuo post e la data in cui è stato scritto so che tra quelle neo mamme che ti scrivevano ad ogni ora c’ero anch’io. Grazie pubblicamente per il percorso fatto insieme quando il mio Alessio era ancora un feto ed un grazie ancor più grande per averci incontrato dopo, per i consigli dispensati, per il conforto e la fiducia che hai saputo infondere, per l’affetto con cui l’hai preso in braccio dopo 3 settimane di vita.Quello che tu fai va al di là di ciò che ti viene chiesto di fare nello svolgere la tua mansione. Un forte abbraccio dalla mamma di Alessio.

I commenti sono chiusi.